giovedì, 19 novembre 2009 ore 06:00 (UTC+1)

Download dalla Rete

Scaricare da Internet file multimediali evitando problemi legali

In sintesi

  • In Svizzera consentito per uso personale
  • Permesso il download ma non la condivisione
  • Soluzioni alternative al p2p

Leggi

di Ulisse Vitali

Il download, o scaricamento, di file è un’attività molto diffusa tra gli internauti. In Rete si può infatti trovare ogni genere di prodotto multimediale: musica, film, video, foto, libri, videogiochi, programmi; e il tutto può finire facilmente negli hard disk degli utenti, spesso e volentieri in barba al diritto d’autore. Accanto ai popolari siti che vendono legalmente brani musicali, esiste infatti tutto un sottobosco di sistemi che consente di scaricare senza sforzo, velocemente e gratuitamente una moltitudine di contenuti multimediali, esponendo però l’utente a possibili sanzioni legali.

Solo per uso personale - Fortunatamente la legislazione svizzera, rispetto a quelle di altri paesi a noi limitrofi, è abbastanza permissiva in materia di download e ammette lo scaricamento di file e la loro fruizione per uso personale e limitatamente all’ambito privato. Tuttavia è importante essere informati per non infrangere la legge. Recentemente infatti l’IFPI, una delle associazioni internazionali che si occupano della gestione dei diritti d’autore degli artisti (soprattutto dal punto di vista musicale), ha inoltrato una denuncia alla magistratura ticinese contro un utente per aver condiviso del materiale in modo illegale e in caso di condanna le ripercussioni possono essere serie: difficilmente si andrà in prigione, ma la multa risulterà salatissima.

I rischi del peer-to-peer - Il nodo della questione è che se da un lato l’atto di scaricare è accettato, dall’altro è proibito mettere a disposizione di altri utenti, e quindi in un certo senso rendere pubblici, i file che si hanno sul proprio computer. Il problema è che chi fa del download spesso utilizza i cosiddetti sistemi peer-to-peer, reti di persone che si scambiano i file mettendoli a disposizione di un’intera comunità, che per propria natura impongono agli utenti di condividere i file di cui sono in possesso. Anche togliere i file dalla condivisione una volta terminato il download non risolve del tutto il problema, in quanto evidentemente mentre si sta scaricando, ciò che è in download è automaticamente anche in condivisione.

Download da server - Come scaricare quindi senza incappare nelle ire della legge? Una possibile soluzione per aggirare il problema è rappresentata da servizi come RapidShare e Megaupload, che attraverso un semplice link consentono di collegarsi a un server e ottenere così i file in modo privato. Questo tipo di attività infatti - essendo una questione solamente tra l’utente e il server, che non implica quindi la condivisione con altri - in Svizzera non è perseguibile. Naturalmente non va dimenticato che anche l’uso di questo genere di servizi, che dal punto di vista dell’utente è perfettamente legale, si basa su un’infrazione della legge, commessa da colui che ha messo a disposizione i file per essere scaricati.

Guarda

Pirateria informatica

Il Quotidiano, 13.10.2009 - Infrazione alla legge federale sui diritti d'autore. È il reato di cui deve rispondere una giovane del Locarnese.

Ascolta

Proprietà audio
I consigli di Paolo Riva

Baobab Multimedia, 29.10.2009 - Rete Tre

Leggi anche

RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR logotipo