Lunedì 20 settembre, 21:14

Scienze computazionali, innovativo istituto a Lugano

Sarà agganciato alla facoltà di scienze informatiche dell'USI

Fotografare e riprodurre virtualmente le infinite sfaccettature della materia. E' questo - in sintesi - il lavoro del neonato Istituto di Scienze computazionali, agganciato alla facoltà di scienze informatiche dell'Usi e presentato ufficialmente questa mattina a Lugano.

Per scienza computazionale, come indica Wikipedia, si intende un qualsiasi ramo delle scienze matematiche, fisiche, chimiche e naturali che utilizza le potenze di calcolo dei più recenti calcolatori al fine di risolvere problemi inaccessibili per i tempi e le modalità di calcolo umani.

Lo sviluppo dei metodi computazionali ha dato un notevole slancio alla ricerca negli ultimi anni, questo anche grazie allo sviluppo delle tecnologie informatiche in grado di offrire calcolatori sempre più potenti.

L’obiettivo dell’Istituto aperto a Lugano è di creare un ambiente di ricerca unico, dove si trasformi la realtà in formule, le formule in simulazioni, le simulazioni in una nuova realtà.

I costi generati dal nuovo istituto sono di 4 milioni di franchi: uno messo a disposizione dall'Università, gli altri da terzi, tra cui cantone e privati.

altre notizie

Link

RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR logotipo