Sabato 21 agosto, 08:37

Il risanamento della cassa pensione cantonale costerà un miliardo

La copertura del 100% entro 40 anni. Scenderanno le rendite per i giovani.

L’apposita commissione ha approvato il piano di risanamento della Cassa pensioni dello stato del cantone Ticino.

Prevede un contributo al risanamento “equamente distribuito” del datore di lavoro (Cantone in particolare - ed Enti esterni), degli assicurati attivi e dei beneficiari delle prestazioni.

Dal primato delle prestazioni a quello dei contributi

Il piano di risanamento prevede il passaggio dall’attuale in primato delle prestazioni a quello in primato dei contributi per gli assicurati attivi, per i quali vi sarà una ridefinizione delle prestazioni "che saranno -si legge nel comunicato- comunque sostanzialmente sempre superiori a quanto previsto dal minimo LPP".
Non sono previsti aumenti dei contributi e non si prevede un cambiamento degli attuali limiti di pensionamento.

Le conseguenze più importanti per i dipendenti giovani

L'impatto sarà limitato per chi ha più di 50 anni in quanto sono previste delle garanzie puntuali. Conseguenze più importanti, invece per i dipendenti più giovani, la riduzione media delle rendite potrebbe arrivare attorno al 10%

Pensioni acquisite garantite

Per i beneficiari di prestazioni, le pensioni acquisite al momento del cambiamento del piano assicurativo saranno garantite.
E’ però prevista la sospensione automatica dell’adeguamento delle pensioni all’indice nazionale dei prezzi al consumo sino al raggiungimento di un rincaro cumulato del 15%.

Il conto per il Cantone: un miliardo

Il Cantone, quale garante della Cassa pensioni dei dipendenti dello Stato, verserà alla Cassa una quota del disavanzo tecnico, corrispondente complessivamente al 55% dell’importo accertato al momento dell’introduzione del piano di risanamento. Questo importo, con l’aggiunta degli interessi del 3.5% calcolati sulla somma residua, sarà versata alla CPDS sull’arco di 40 anni, mediante il pagamento di una quota fissa annua.

Inoltre per il Cantone (e gli altri datori di lavoro esterni) è previsto un aumento dei contributi, quale partecipazione al risanamento della Cassa pensioni, pari 2% degli stipendi assicurati.

In tutto l'ordine di grandezza dell'impegno finanziario per il cantone (su 4 decenni) potrebbe arrivare al miliardo. Quindi circa 28 milioni all'anno

Prossimo passo: il messaggio

Ora gli organi direttivi della Cassa, prepareranno il Messaggio ed il relativo Disegno di legge da sottoporre al Consiglio di stato.

altre notizie

Link

RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR logotipo